Umanesimo della pietra

Una rivista e un gruppo di studi fondamentali per la preservazione del patrimonio di storia, cultura, natura della Murgia dei trulli

Il Gruppo Umanesimo della Pietra è stato fondato a Martina Franca nel novembre 1977 con l’intento di studiare un filone di ricerca all’epoca affatto inedito: il territorio rurale della Murgia dei Trulli nella sua sfaccettata composizione.

La denominazione del Gruppo è stata determinata da un’espressione coniata da Leonida Repaci in visita alla Murgia dei Trulli, che così volle definire il singolare paesaggio antropizzato di questa sub-regione pugliese.

La prima iniziativa intrapresa dal Gruppo fu quella di schedare scientificamente le 254 masserie storiche del vasto agro martinese, esteso per circa 30.000 ettari.

UMANESIMO DELLA PIETRA
la copertina del primo numero (1978) della rivista Umanesimo

Con questa operazione, conclusasi dopo sei mesi di ricerca sul campo, si produssero: un’originale schedatura onnicomprensiva del fenomeno masserizio; un cortometraggio della durata di 45 minuti; oltre cinquemila diapositive a colori, distribuite tematicamente in una serie di audiovisivi; una pubblicazione, Riflessioni-Umanesimo della Pietra (luglio 1978), che, sebbene limitata nell’analisi al territorio di Martina Franca, riscosse notevole successo in tutti i centri murgiani.

Era la prima volta in assoluto che in Puglia si operava una catalogazione delle emergenze architettonico-ambientali di un territorio omogeneo e, soprattutto, che si verificavano i rapporti d’interdipendenza fra città e campagna.

La rivista Riflessioni, pertanto, s’impose naturalmente sin dall’anno successivo nelle realtà limitrofe, suscitando l’interesse di numerosi studiosi, che aderirono spontaneamente all’iniziativa, sino ad allora limitata allo studio delle masserie.
Furono la pubblicazione di questa rivista e la notevole eco suscitata da un lavoro sistematico a indurre l’Amministrazione Comunale di Martina Franca a dotare il Gruppo di una sede nel palazzo di città, assicurandogli anche tutti i servizi necessari allo svolgimento della ricerca avviata.

La gran mole di materiale raccolto e prodotto rese angusto lo spazio messo a disposizione dell’associazione dal Comune di Martina Franca, sicché nel luglio 1993 i soci hanno acquistato in solido una casa palazziata settecentesca nel centro storico di Martina (mq 80 circa), adibendola a sede sociale e a centro studi.

Completati i lavori di restauro filologico dell’immobile, l’associazione vi si è trasferita, destinando la nuova sede anche a punto d’incontro per iniziative rivolte alla valorizzazione e rivitalizzazione del centro storico di Martina Franca.

Presentazione del gruppo tratta direttamente dal sito internet dal link https://www.umanesimodellapietra.it/gruppo-umanesimo-della-pietra.aspx

Riflessioni – Umanesimo della Pietra (dal 1978)

La rivista “Riflessioni – Umanesimo della Pietra” stampata in tremila copie, è un patrimonio unico di conoscenza. Tratta le tematiche relative alla pianificazione territoriale in chiave storico-architettonica ed ecologico-ambientale di tutto il territorio della Murgia dei Trulli e dell’Arco Ionico Tarantino delle Gravine.

L’editoriale del primo numero della rivista

Dal 1991 le riviste RIFLESSIONI – UMANESIMO DELLA PIETRA e UMANESIMO DELLA PIETRA – VERDE sono comprese nel Catalogo dei periodici di rilevante interesse scientifico nazionale, curato dall’Università degli Studi di Camerino in collaborazione con l’Istituto di Studi sulla Ricerca e Documentazione Scientifica del CNR.

Un fotoreporter di eccezione

La rivista Riflessioni Umanesimo della pietra attinge a piene mani dall’archivio fotografico di Benvenuto ed Egugenio Messia. Benvenuto Messia fotografo, attore, poeta vernacolare e .. cicloamico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *